Archivi categoria: Escursionismo

Monte Vettore escursione

La mia escursione in solitaria sul Monte Vettore del 12 luglio 2018, il monte più alto dei Sibillini il Monte Vettore che con i suoi 2476 metri sul livello del mare, sovrasta l’appennino umbro-marchigiano.

Autore dell’articolo sulla cima del Monte Vettore

Con un minimo di equipaggiamento escursionistico, e con una camminata a passo di montanaro, sono  partito dal valico di Forca di Presta alle ore 09:45 ho raggiunto la cima intorno alle ore 12:30.

Fioritura Pian Grande
Fioritura ai piedi dei Monti Sibillini dal lato del Pian Grande

Durante l’ascesa osservavo la fioritura di Castelluccio sul Pian Grande, in questo periodo al massimo della bellezza, mentre mi avvicinavo sempre di più all’imponente Scoglio dell’Acquila, ad un certo punto sul sentiero osservavo la croce dedicata a Tito Zilioli da qui prende il nome il rifugio Zilioli a 2250 s.l.m. situato sulla Sella delle Ciaule, prima di raggiungere la cima.

Cima del Monte Vettore

Giunto al rifugio si apriva un panorama mozzafiato sulla conca glaciale Cima dell’Osservatorio, Cima del Redentore, Pizzo del Diavolo, primeggiano in questa conca che sembra sprofondare al cui interno si trova il Lago di Pilato.

Lago di Pilato visto dalla cima del Monte Vettore

Sporgendosi di pochi metri dalla cima, è possibile vedere in parte il lago di Pilato, l’acqua limpida e trasparente è ancora abbondante e non sembra risentirne della siccità.

Alla cima del Monte Vettore, il panorama visto dal rifugio si ampia ulteriormente, si vede il Monte Sibilla, il lago di Fiastra, i Monti della Laga… nel punto più alto si erge una croce dove c’è un contenitore al cui interno ci sono dei quaderni autografati, tutto intorno alla croce oggetti lasciati come ricordo dagli escursionisti, tra cui una piccola statua della madonna.

Di seguito il percorso escursionistico per arrivare sulla cima del Monte Vettore.

Powered by Wikiloc

Escursionismo invernale Igloo e Ciaspolate

Laboratorio di escursionismo invernale

Chi può farlo: scuole elementari da 7 anni in poi, medie e superiori.

Cosa facciamo: escursioni con le racchette da neve o ciaspole, per muoversi sulla neve, i percorsi si snodano tra aree pianeggianti e boscose nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini, nell’attività di una giornata s’insegneranno a costruire rifugi temporanei nella neve come gli IGLOO, durante l’escursione verranno spiegati elementi di nivologia, come si forma la neve, stratigrafia, i possibili pericoli della neve.

Dove: nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

Quando: da gennaio ad aprile, durata mezza giornata o una giornata.

Esperienza: recupero del rapporto uomo-natura, sviluppo delle capacità decisionali, di autonomia, di riflessività, di progettazione, di ragionamento, sviluppo della socialità.

igloo
Igloo a Forca Canapine

6)Camminiamo sulla neve con le racchette
Laboratorio di escursionismo invernale
Chi può farlo
: scuole elementari da 7 anni in poi, medie e superiori.

Cosa facciamo: escursioni con le racchette da neve o ciaspole, per muoversi sulla neve, i percorsi si snodano tra aree pianeggianti e boscose nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

Dove: nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini.

Quando: da gennaio ad aprile, durata mezza giornata o una giornata.

Esperienza: recupero del rapporto uomo-natura, capacità motoria, sviluppo della socialità.
Richiedi la scheda dettagliata

Valle Canatra
Valle Canatra – Parco Nazionale Monti Sibillini

Escursioni con le scuole al Pian Grande di Castelluccio di Norcia


Chi può farlo
: scuole elementari, medie e superiori.

Cosa facciamo: escursione nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini al Pian Grande di Castelluccio di Norcia, prima dell’escursione verrà spiegato l’importanza dell’abbigliamento ed equipaggiamento, durante l’escursione verranno spiegate le nozioni di geologia, botanica, flora e fauna proprie del luogo dell’escursione, i percorsi sono semplici e non impegnativi.

Dove: Parco Nazionale dei Monti Sibillini o Valnerina.

Quando: da aprile a giugno, durata mezza giornata o una giornata.

Esperienza: l’escursione, ci permette di capire il rapporto uomo-natura, sviluppo dell’educazione ambientale, capacità motorie.

Pantani di Accumoli

Monte Vettore una montagna da scoprire

Il Monte Vettore è la cima più alta dei Monti Sibillini 2476 metri s.l.m., una classica escursione nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini, solitamente si parte dal Forca di Presta (a pochi km da Castelluccio di Norcia) da una quota di 1550 metri s.l.m. dove si può lasciare tranquillamente l’automobile, per arrivare in cima ci vogliono circa 3 ore, mentre la discesa si effettua tranquillamente con 2 ore 3 mezza con una camminata regolare.

Dalla cima del Monte Vettore è possibile vedere un bellissimo panorama a 360°, nelle giornate più limpide si può osservare anche il Mar Adriatico. L’escursione è facile e fattibile per tutti con un minimo di allenamento fisico.

Solitamente è usanza di andare sul Monte Vettore ad osservare l’alba, per questo evento si parte a mezzanotte da Norcia nel mese di agosto, per arrivare a Forca di Presta verso l’una, una volta giunti in cima si aspetta il sorgere del sole, in questo caso si consiglia di portare un sacco a pelo, anche se in agosto le temperature possono scendere notevolmente.

Si consiglia di portare un abbigliamento escursionistico: calzettoni, scarponi da trekking, pantaloni lunghi, t-shirt in materiale sintetico, pile e giacca a vento traspiranti, cappello, crema solare, zaino da circa 30 litri dove metteremo un ricambio completo, una scorta di acqua, alimenti a rapida assimilazione come ad esempio carboidrati, cellulare carico.

Monte Vettore la cima a destra a forma di cupola.