Newsletter – dicembre 2014

Immagine in linea 1

Attività nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini e Valnerina

ESCURSIONI CON LE RACCHETTE DA NEVE

Immagine in linea 3

Domenica 14 dicembre
ESCURSIONE AI COLLI ALTI E BASSI
Luogo di ritrovo: h 9.00 presso il negozio Emporio della Sibilla a Norcia.
Escursione per tutti anche senza esperienza, giro ad anello partendo da Castelluccio di Norcia, seguendo la zona sottostante il paese, denominata appunto Colli Alti e Bassi, fino ad uscire sul Pian Perduto per poi tornare a Castelluccio di Norcia.
Durata: 3 ore; dislivello: 100; difficoltà: facile. 


Sabato 27 dicembre
ESCURSIONE NOTTURNA IN VAL DI CANATRA
Luogo di ritrovo: ore 15.00 presso il negozio Emporio della Sibilla a Norcia.
Escursione per tutti anche senza esperienza, giro ad anello partendo da Castelluccio di Norcia, seguendo dei pendii dolci innevati, si attraverseranno delle antiche faggete secolari, passando per la Val di Canatra e ritornando a Castelluccio di Norcia.
Possibilità di cenare e/o pernottamento presso rifugio o agriturismo (prenotare al momento dell’iscrizione).
Durata: 3 ore; dislivello: 200 metri; difficoltà: facile. 

Immagine in linea 5
Lunedì 28 dicembre
ESCURSIONE AL PIAN PICCOLO
Luogo di ritrovo: h 9.00 presso il negozio Emporio della Sibilla a Norcia.

Escursione per tutti anche senza esperienza, giro ad anello partendo dalla Pian Grande fino al Pian Piccolo di Castelluccio di Norcia, seguendo dei pendii dolci innevati, si attraverseranno delle immense pianure nel fantastico sfondo dei Monti Sibillini. Dislivello 5 metri, durata: 2 ore, difficoltà: facile.                                                                                                                             

Le escursioni sono dirette da una Guida Escursionistica Ambientale qualificata.

Contatti e info

Le nostre attivita’

SURVIVALTIRO CON ARCOORIENTAMENTO – ESCURSIONISMOFALCONERIA - PERCORSO AVVENTURA – SOFTAIR – RACCHETTE DA NEVE

 

Sibillini Adventure ASD

Sito web: Centro di Educazione Sport Ambientali

logo-facebook

 

 

Salviamo le api

Il prezioso lavoro delle api

Le api e gli altri insetti impollinatori giocano un ruolo essenziale negli ecosistemi: un terzo del nostro cibo dipende dalla loro opera di impollinazione.Se questi preziosi insetti sparissero, le conseguenze sulla produzione alimentare sarebbero devastanti.
Chi impollinerebbe le coltivazioni?
L’impollinazione artificiale è una pratica faticosa, lenta e costosa. Il valore di questo servizio, offerto gratis dalle api di tutto il mondo, è stato stimato in circa 265 miliardi di euro all’anno.
Difendere le api è quindi di nostro interesse, anche da un punto di vista economico.

Insetticidi killer delle api

Gli insetticidi sono una minaccia diretta per le api.
L’uso di queste sostanze chimiche, progettate per uccidere gli insetti, è ampiamente diffuso, specialmente nelle aree agricole.
Sebbene il ruolo specifico degli insetticidi nella diminuzione globale del numero di api sia ancora poco studiato, è sempre più evidente che alcuni insetticidi, sia ad alte che a basse concentrazioni, hanno conseguenze negative sulla salute delle api e di tutti gli insetti impollinatori.

Sibillini Adventure estate nursina 2014

Gli sport ambientali della Sibillini Adventure, sono stati inseriti nel calendario estate nursina del mese di agosto, numerose le attività programmate: falconeria, tiro con l’arco, orientamento, percorso avventura, survival…. le attività sono adatte a tutti anche senza esperienza.

Programma dal 1 al 15 agosto 2014

Programma dal 16 al 31 agosto 2014

Vi aspettiamo per divertirci insieme nella natura incontaminata dei Monti Sibillini.

Guida al consumo critico


Guida al consumo critico – nuova edizione

Share

Editore Emi e Ponte alle grazie

Ultima edizione 2011

Il libro si concentra sulle principali imprese che incontriamo al supermercato. 130 schede che impresa per impresa (da Barilla a Nestlé, da Ferrero a Coca-cola) descrivono la loro struttura economica e soprattutto il loro comportamento sulla base di 11 criteri: trasparenza, abuso di potere, Sud del mondo, lavoratori, ambiente, consumatori e legalità, paradisi fiscali, regimi oppressivi, animali, armi ed eserciti, boicottaggi.

L’intento è di mettere i consumatori in condizione di scegliere in base al comportamento delle imprese, in modo da punire quelle che si comportano peggio e costringerle a cambiare.

La prima edizione è del 1995, dopo la quale sono state pubblicati altre cinque aggiornamenti.

INTRODUZIONE

Il sistema si sforza di farci credere che il consumo è un fatto banale che riguarda solo noi, i nostri gusti, le nostre voglie, il nostro portafoglio, il nostro diritto a non essere imbrogliati. Un fatto privato da affrontare badando solo al prezzo e alla qualità. Ma non è così. Il nostro consumo riguarda tutta l’umanità perché dietro a questo nostro gesto quotidiano si nascondono problemi di portata planetaria di natura sociale, politica e ambientale. Basti pensare all’impatto sulle risorse, sull’energia, alle ripercussioni sociali legate ai prezzi, alle condizioni di lavoro, alle problematiche legate ai rifiuti. Apparentemente il consumo è un gesto che si esaurisce al momento dell’acquisto. In realtà è un processo ampio che comincia con la decisione di comprare e prosegue col canale di acquisto prescelto, col tipo di prodotto acquistato, con la modalità di consumo adottata, con la cura utilizzata per trattare i rifiuti. A seconda di come affrontiamo ciascuno di questi passaggi, il nostro consumo può avere un impatto ambientale pesante o leggero, può svolgere un ruolo sociale positivo o negativo. Per questo il consumo responsabile non si configura con comportamenti corretti su singoli aspetti, ma è un insieme di scelte che coinvolgono l’intero stile di vita. Se volessimo tracciare il percorso del consumo responsabile, nell’ambito della spesa quotidiana, potremmo indicare sei tappe: sobrietà, lotta ai rifiuti, consumo locale e naturale, commercio equo, attenzione al comportamento delle imprese, consumo senza crudeltà. I capitoli che seguono, affrontano ognuno di questi temi.

arco storico

CORSO BASE SURVIVAL 22-23 NOVEMBRE 2014

Primo giorno

Mattina
Arrivo dei partecipanti, briefieng, compilazione schede corso.

Pausa pranzo

Pomeriggio
Tecniche di escursionismo, tecniche di orientamento con la bussola e cartina, tecniche di accensione del fuoco, costruzione rifugi con elementi naturali.
Cena.

Secondo giorno

Mattina
Sveglia e colazione, nozioni di costruzione e prove di tiro con l’arco, segnalazioni di emergenza.
Pranzo
Cucina trapper.
Pomeriggio
Allestimento di un ponte tibetano, debriefing e consegna attestati,
orientamento senza bussola, impariamo a conoscere gli elementi naturali per orientarci, come il sole, le stelle, le piante.
Cena
Cucina trapper.
Sera

Marcia notturna, impariamo a muoverci al buio o con poca luce naturale, le sensazioni e il coordinamento in mezzo alla boscaglia. Pernottamento nei riifugi costruiti.

Terzo giorno

Mattina
Sveglia e colazione, montaggio di una teleferica, i nodi che servono, tipologia delle corde utilizzate.
Pranzo
Cucina trapper, metodologie della cucina americana, ricette.
Pomeriggio

Psicologia e gestione del gruppo, tecniche  di superamento e attraversamenti  di  ostacoli  artificiali: ponte  tibetano, ponte tirolese, percorso  di sopravvivenza debriefing e consegna attestati certificato Settore Survival CSEN

PER CHI VUOLE PUO’ ANCHE FARE IL CORSO DI DUE GIORNI PARTENDO DA SABATO.

soft-air1

Partita di soft-air del 3 agosto 2014

Si è svolta la partita di soft-air del 6 aprile alla Forca di Ancarano, dopo 3 match, si sono aggiudicati la vittoria i Berretti Verdi con la vincita di 2 missioni su 3, bravi anche i Desert nella missione della scorta del presidente, che nonostante siano stati accerchiati ed in forze minori, sono riusciti ad aggirare i Berretti Verdi con una lunga fuga fino all’obiettivo. Punteggio finale Beretti Verdi 47 punti e Desert con 29 punti.

 

SQUADRA GUBBIO FOLGORE

IMAG1752

IMAG1746

IMAG1747

 

Progetto Disinvolto – 1 marzo 2014

FESTA DELLO SPORT INTEGRATO
www.sportintegrato.it

In Umbria a Santa Maria degli Angeli.

Corsa integrata a piedi/bici/pattini – cinofilia – danza – scherma – soft air – pet therapy – falconeria – calcio a 5 – arti marziali.

Al motto di “tutti insieme si può”, dopo il saluto delle istituzioni politiche e sportive della regione, si svolgerà la marcia/corsa per le strade principali della città di Santa Maria degli Angeli accompagnati da vigili, polizia, carabinieri, croce rossa, corpo forestale per sollecitare le coscienze fin dalle prime battute della giornata.

Locandina

Facebook

Twitter

YouTube

LinkedId