Archivi tag: survival

Corso base di survival 120518 svolgimento

Si è svolto presso la scuola di sopravvivenza Sibillini Adventure, il corso base di survival open, in questo corso tra gli argomenti principali i partecipanti si sono applicati nella cucina trappeurs dei vecchi pionieri americani, hanno attuato delle tecniche di potabilizzazione dell’acqua attraverso la bollitura, reperendo l’acqua presso una cascatella naturale, come si allestisce un rifugio di emergenza (shelter), prove pratiche di tecniche di orientamento utilizzando una mappa e la bussola da orientamento…

Survival significato

Rifugio di frasche

Il Survival possiamo definirlo come una serie di azioni che una persona mette in atto per salvare la propria vita, quindi per sopravvivere.
Il survivalista adotta tutte quelle tecniche che gli permettono di superare quella difficoltà che lo mettono in pericolo, pertanto possiamo dire che trovarsi in una situazione di sopravvivenza significa sottoporsi ad uno stress psico-fisico che la maggior parte delle volte non è controllabile ossia non in situazioni di sicurezza.
La pressione ambientale esterna è tale che bisogna in qualche modo agire, per riportarsi alle condizioni di confort o almeno ad avvicinarsi ad esso.

Notizie da Sibillini Adventure

Siamo quasi giunti alla fine della stagione invernale e ci sono varie novità per le nostre attività.

Formazione: a fine marzo, partiranno i corsi di formazione per istruttori di survival CSEN precisamente il 9°, il corso è ha numero chiuso massimo 12 partecipanti, le iscrizioni si chiuderanno il 15 marzo.

Corsi survival: sono uscite le date per i corsi base di survival open, i corsi sono adatti a tutti anche senza esperienza, potete andare sulla pagina Eventi o Calendario.

Corsi di tiro con arco: ad aprile verrà svolto il corso base di tiro con arco istintivo, a cui possono partecipare tutti gli appassionati di tiro con arco o chi vuole avvicinarsi a questa splendida disciplina, il corso è gratuito.

Dimostrazioni di Falconeria: per la nuova stagione sono previsti stage e uscite con i nostri rapaci, potrete ammirare il gufo reale, il falco pellegrino, il gheppio, la poiana…

Softair: con la bella stagione primaverile non possono mancare le partite di soft-air per gruppi.

Per essere aggiornati sulle nostre attività vi consigliamo di iscrivervi alla nostra newsletter, trovate il modulo sulla nostra Home page.

 

Istruttore Survival CSEN

9° CORSO ISTRUTTORI SURVIVAL CSEN
(Sport Orientamento)
c/o Sibillini Adventure in Umbria

ANNO ACCADEMICO 2018

INIZIO MESE DI MARZO 2018

La Sibillini Adventure ASD in collaborazione con il Comitato Provinciale CSEN di Perugia organizza il corso di formazione della specialità Istruttori Survival CSEN.

REQUISITI DI AMMISSIONE AL CORSO
Il corso di istruttore di survival, è riservato a maggiorenni, tesserati CSEN, gli allievi verranno seguiti dalle basi fino a diventare istruttori nazionali.

La richiesta può essere inoltrata tramite e-mail o fax.

NUMERO CHIUSO: sono ammessi massimo 12 partecipanti per sede.

STRUTTURA DEL CORSO
Il corso si articolerà in 9 moduli, della durata di 300 ore.

Verrà svolto un modulo al mese nel week-end, da sabato mattina a domenica pomeriggio.

Per chi avesse problemi di frequentazione del corso nel periodo formativo e’ prevista la possibilità su richiesta di recuperare i moduli in base alle disponibilità della sede.

Durante il corso al terzo modulo è possibile previa verifica, richiedere il diploma e la qualifica di operatore di survival CSEN.

Al termine del corso, superati i relativi esami-teorico-pratici, sarà rilasciato il DIPLOMA NAZIONALE con la specialità di ISTRUTTORE NAZIONALE DI SURVIVAL CSEN.

Il corso rispetta i canoni previsti dallo SNAQ  (Sistema Nazionale delle Qualifiche Tecnici Sportivi) attuato dalla Scuola Nazionale del CONI.

DOVE
Il corso è organizzato nella seguente sede:
Italia- Umbria – Norcia (PG) presso il C.N.A.S.

Le attività vengono svolte nei seguenti ambienti naturalistici:

Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini, uno   degli   ambienti   più misteriosi e spettacolari dell’Italia Centrale, il nome è dovuto alla   leggenda   della   maga Sibilla, che aveva la sua dimora in una grotta dell’omonimo monte. La   dorsale  più  alta  dei Sibillini è costituita da numerose cime sopra i duemila metri; la   più   alta   è il Monte Vettore di 2.476 metri, gioiello paesaggistico è la splendida Piana di Castelluccio di Norcia, un bacino carsico a 1.400 metri di altitudine delle dimensioni di 7 per 4 chilometri,  famosissima  per le spettacolari fioriture di giugno.

La Valnerina,  una  valle percorsa dal  fiume  Nera  da  cui  prende il nome, ricca di flora (leccio, frassino,  acero,  olmo,  salice, maggiociondolo, ginestra…) e  fauna  (cinghiale, il capriolo, il lupo, l’aquila reale, tasso, la poiana, gufo reale…) , dove i boschi principalmente di  leccio  avvolgono  gli  affascinanti  centri  storici,  in un fitto intreccio di arte e natura. Terra  di  eremiti  e  di santi, che  hanno  dato  origine a chiese  ed abbazie. I borghi rurali piccoli centri arroccati sulle alture, conservano forma degli antichi castelli   medioevali.

DIRETTORE DEL CORSO: Dott. Giuseppe Fasulo (Guida Escursionistica Professionale dal 1994, Istruttore Survival dal 1996, Master Settore Survival Sportivo CSEN e Referente Nazionale Settore Survival CSEN dal 2010, Formatore Professionista AIF).
c/o la Sibillini Adventure
Linea diretta 348 7288365

Le sedi dei moduli possono variare in base alle esigenze formative.

QUANDO:
1° MODULO 24-25 MARZO (rimandato a gennaio 2019)
2° MODULO 28-29 APRILE (inizio corso istruttori)
3° MODULO 26-27 MAGGIO
4° MODULO 23-24 GIUGNO
5° MODULO 28-29 LUGLIO
6° MODULO 29-30 SETTEMBRE
7° MODULO 27-28 OTTOBRE
8° MODULO 24-25 NOVEMBRE
9° MODULO 22-23 DICEMBRE

Materie trattate nel corso di formazione stralcio…
Tecniche di orientamento con strumenti di navigazione, abbigliamento e equipaggiamento tecnico specifico in ambiente outdoor, preparazione e allestimento di un campo, i nodi che servono, approntamenti di rifugi, preparazione dello zaino in escursionismo, zaino di emergenza, psicologia della sopravvivenza e leadershipsistemi di potabilizzazione e depurazione acqua, tecniche di orientamento di emergenza, conduzione di un gruppo in situazioni disagiate, pedagogia e fisiologia applicata allo sport, nozioni di auto soccorso applicato a situazioni disagiate, segnalazioni di emergenza per aeromobili, meteorologia applicata alle emergenze, approntamento di passaggi orizzontali, costruzione e tecniche di tiro con attrezzi primitivi, fitoalimurgiasimulazione di uno scenario di sopravvivenza in ambiente ostiletrekking itinerante,

I programmi possono subire variazioni a seconda delle condizione meteo-climatiche e a discrezione degli istruttori per ragioni di sicurezza.

DISPENSE
Verranno rilasciate apposite dispense per ogni modulo svolto.

ESAME FINALE
Pratico: a titolo di esempio prova di trekking itinerante con tecniche di orientamento,  prova di tiro con attrezzi da lancio, tecnica primitiva di accensione di un fuoco, approntamento di un rifugio di emergenza, prova di segnalazioni di emergenza.

Teorico: dispensa esplicativa di un argomento a piacere da programma svolto, questionario a scelta multipla relativo alle materie approfondite nel corso.

ISCRIZIONE
Per iscriversi è necessario richiedere il modulo di adesione, inviare un proprio curriculum inerente esperienze in ambienti naturali, compilare un questionario informativo, termine iscrizioni il 15 marzo 2018.

La quota di partecipazione al corso comprende:

  • Il corso completo full immersion
  • La tessera atleta CSEN;
  • Le dispense del corso;
  • L’attrezzatura necesaria per lo svoglimento;
  • Esame finale
  • Diploma Nazionale CSEN;
  • Tesserino tecnico di istruttore CSEN;
  • Iscrizione Albo Nazionale dei tecnici CSEN.
  • Assistenza di tecnici per tutta la durata del corso anche on-line, social network o whatsapp.

Per iscrizioni e informazioni: sibilliniadventure@gmail.com

Radio di emergenza

Questa radio di emergenza, è uno strumento molto utile in varie situazioni.
Durante la scossa di terremoto che ha colpito il centro italia, avevo già una radio nel mio zaino di emergenza, ed ho potuto in breve tempo sapere la gravità della situazione, nelle zone terremotate.
E’ molto particolare, in quanto possiede varie fonti di alimentazione: batteria, solare, dinamo ed è una risorsa non da poco, quando le batterie sono scariche. Anche la marca è una garanzia la Midland.

Di seguito il link dove è possibile trovarla:
MIDLAND C1173 ER300 Radio di Emergenza

MIDLAND C1173 ER300 Radio di Emergenza

Questa radio di emergenza, non può mancare nel proprio zaino 72 ore, grazie a varie fonti di alimentazione, il suo funzionamento è garantito,  batterie al litio, pannelli solari, dinamo.
Ho utilizzato una radio (già pronta nel mio zaino di emergenza) nel terremoto che mi ha colpito qui a Norcia (PG) nel 2016, per essere informato in tempo reale sulla gravità della situazione,
In caso di calamità naturali o emergenze di vario tipo possiamo sempre essere in contatto con le notizie ed avere informazioni su come muoversi.

Di seguito uno dei link dove è possibile trovare questo prodotto: MIDLAND C1173 ER300 Radio di Emergenza

Cibo di emergenza

COSA PORTARE

L’alimentazione  è  importante   per   chi  pratica   attività   outdoor,   in   particolare  c’è bisogno  di  glucidi  a  lenta  assimilazione,   se  facciamo   del  trekking anche  proteine e vitamine. In  un  ambiente  naturale  come   quello   italiano, sia  in  inverno che in estate possiamo portare:

Per un giorno:   pane,   crackers o simili,   frutta secca,   muesli (ricetta svizzera: fiocchi di cereali, noci, nocciole, uvetta, miele, mele secche), cioccolata, succhi di frutta, acqua almeno un litro, tè.

Per due o più giorni: oltre agli   alimenti già citati, portate con voi anche prodotti liofilizzati, scatolette di tonno e/o carne, integratori di sali minerali ad es. Supradyn o Polase, acqua almeno due/tre litri al giorno.

 

RAZIONE K

L’elenco  degli  elementi   sotto   indicati,    soddisfano  complessivamente    tutti  i bisogni   dell’organismo   in situazioni   di  forte   stress  sia  fisico che psichico  per circa   24 ore,  se aumentate la quantità della lista,  anche    per   più  giorni,   può essere    messa in un   piccolo contenitore di alluminio ed utilizzata come razione di emergenza:

Fornello di esamina;
Tavolette di esamina;
Fiammiferi impermeabili;
Gomme da masticare;
Carta Igienica;
Sale;
Compresse potabilizzatrici;
Cioccolata calda;
Caffè solubile;
Gallette integrali;
Latte in polvere;
Bustine di tè;
Zucchero;
Tavoletta di cioccolato;
Barretta energetica;
Biscotti alla frutta;
Biscotti integrali;
Scatole di carne;
Tavolette di destrosio;
Caramelle;
Frutta secca;
Minestra liofilizzata.

 

LIOFILIZZATI

Gli alimenti liofilizzati,   sono leggeri,   facili da cucinare,  hanno un apporto calorico sufficiente,ci vuole dell’ acqua. Come si preparano:  si taglia superiormente la busta del liofilizzato, il contenuto si versa in una gavetta   con dell’acqua calda, oppure si lascia nell’involucro, versando all’interno dell’acqua calda, si mescola il tutto affinché il prodotto   assorba il liquido, i liofilizzati sono pronti.   Se si mangiano liofilizzati per parecchi   giorni, bisogna   integrare   la dieta con   prodotti   freschi come frutta e verdura.