Archivi tag: sopravvivenza

Esame finale 9° corso istruttori di sopravvivenza CSEN

Si è svolto questo fine settimana, l’esame per istruttori di sopravvivenza dello CSEN, con la Sibillini Survival School e la partecipazione straordinaria della Sardinia Survival School, nella bellissima località del Parco Nazionale dei Monti Sibillini a Castelluccio di Norcia e Forca di Ancarano di Norcia, l’esame consisteva in un percorso di circa 40 km, la costruzione di rifugi sulla neve, prove di potabilizzazione acqua, tiro con attrezzi primitivi, quiz scritti…

10° Corso di formazione istruttori di survival CSEN

10° CORSO ISTRUTTORI SURVIVAL CSEN
(Sport Orientamento)
c/o Sibillini Adventure in Umbria

ANNO ACCADEMICO 2019

INIZIO 27 DI APRILE 2019

La Sibillini Adventure ASD in collaborazione con il Comitato Provinciale CSEN di Perugia organizza il corso di formazione della specialità Istruttori Survival CSEN.

REQUISITI DI AMMISSIONE AL CORSO
Il corso di istruttore di survival, è riservato a maggiorenni, tesserati CSEN, gli allievi verranno seguiti dalle basi fino a diventare istruttori nazionali.

La richiesta può essere inoltrata tramite e-mail.

NUMERO CHIUSO: sono ammessi massimo 12 partecipanti per sede.

Termine iscrizioni il 10 aprile

STRUTTURA DEL CORSO
Il corso si articolerà in 9 moduli, della durata di 300 ore.

Verrà svolto un modulo al mese nel week-end, da sabato mattina a domenica pomeriggio.

Per chi avesse problemi di frequentazione del corso nel periodo formativo e’ prevista la possibilità su richiesta di recuperare i moduli in base alle disponibilità della sede.

E’ obbligatoria la partecipazione di almeno il 75% del totale delle ore.

Durante il corso al terzo modulo è possibile previa verifica, richiedere il diploma e la qualifica di operatore di survival CSEN.

Al termine del corso, superati i relativi esami-teorico-pratici, sarà rilasciato il DIPLOMA NAZIONALE con la specialità di ISTRUTTORE NAZIONALE DI SURVIVAL CSEN.

Il corso rispetta i canoni previsti dallo SNAQ  (Sistema Nazionale delle Qualifiche Tecnici Sportivi) attuato dalla Scuola Nazionale del CONI.

DOVE
Il corso è organizzato nella seguente sede:
Italia- Umbria – Norcia (PG) presso il C.N.A.S.

Le attività vengono svolte nei seguenti ambienti naturalistici:

Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini, uno   degli   ambienti   più misteriosi e spettacolari dell’Italia Centrale, il nome è dovuto alla   leggenda   della   maga Sibilla, che aveva la sua dimora in una grotta dell’omonimo monte. La   dorsale  più  alta  dei Sibillini è costituita da numerose cime sopra i duemila metri; la   più   alta   è il Monte Vettore di 2.476 metri, gioiello paesaggistico è la splendida Piana di Castelluccio di Norcia, un bacino carsico a 1.400 metri di altitudine delle dimensioni di 7 per 4 chilometri,  famosissima  per le spettacolari fioriture di giugno.

La Valnerina,  una  valle percorsa dal  fiume  Nera  da  cui  prende il nome, ricca di flora (leccio, frassino,  acero,  olmo,  salice, maggiociondolo, ginestra…) e  fauna  (cinghiale, il capriolo, il lupo, l’aquila reale, tasso, la poiana, gufo reale…) , dove i boschi principalmente di  leccio  avvolgono  gli  affascinanti  centri  storici,  in un fitto intreccio di arte e natura. Terra  di  eremiti  e  di santi, che  hanno  dato  origine a chiese  ed abbazie. I borghi rurali piccoli centri arroccati sulle alture, conservano forma degli antichi castelli   medioevali.

DIRETTORE DEL CORSO: Dott. Giuseppe Fasulo (Guida Escursionistica Professionale dal 1994, Istruttore Survival dal 1996, Master Settore Survival Sportivo-Sopravvivenza CSEN e Referente Nazionale Settore Survival CSEN dal 2010, Formatore Professionista AIF).
c/o la Sibillini Adventure
Linea diretta 348 7288365

Le sedi dei moduli possono variare in base alle esigenze formative.

QUANDO:

1° MODULO 27-28 APRILE (inizio corso)
2° MODULO 25-26 MAGGIO
3° MODULO 22-23 GIUGNO (Operatore Survival)
4° MODULO 27-28 LUGLIO
5° MODULO 28-29 SETTEMBRE
6° MODULO 26-27 OTTOBRE
7° MODULO 23-24 NOVEMBRE
8° MODULO 21-22 DICEMBRE
9° MODULO 25-26 GENNAIO 2020

Sempre nei giorni di sabato e domenica 

Materie trattate nel corso di formazione stralcio…
Tecniche di orientamento con strumenti di navigazione, abbigliamento e equipaggiamento tecnico specifico in ambiente outdoor, preparazione e allestimento di un campo, i nodi che servono, approntamenti di rifugi, preparazione dello zaino in escursionismo, zaino di emergenza, psicologia della sopravvivenza e leadershipsistemi di potabilizzazione e depurazione acqua, tecniche di orientamento di emergenza, conduzione di un gruppo in situazioni disagiate, pedagogia e fisiologia applicata allo sport, nozioni di auto soccorso applicato a situazioni disagiate, segnalazioni di emergenza per aeromobili, meteorologia applicata alle emergenze, approntamento di passaggi orizzontali, costruzione e tecniche di tiro con attrezzi primitivi, fitoalimurgiasimulazione di uno scenario di sopravvivenza in ambiente ostiletrekking itinerante,

I programmi possono subire variazioni a seconda delle condizione meteo-climatiche e a discrezione degli istruttori per ragioni di sicurezza.

DISPENSE
Verranno rilasciate apposite dispense per ogni modulo svolto.

ESAME FINALE
Pratico: a titolo di esempio prova di trekking itinerante con tecniche di orientamento,  prova di tiro con attrezzi da lancio, tecnica primitiva di accensione di un fuoco, approntamento di un rifugio di emergenza, prova di segnalazioni di emergenza.

Teorico: dispensa esplicativa di un argomento a piacere da programma svolto, questionario a scelta multipla relativo alle materie approfondite nel corso.

ISCRIZIONE
Per iscriversi è necessario richiedere il modulo di adesione, inviare un proprio curriculum inerente esperienze in ambienti naturali, compilare un questionario informativo, termine iscrizioni il 15 marzo 2018.

La quota di partecipazione al corso comprende:

  • Il corso completo full immersion
  • La tessera atleta CSEN;
  • Le dispense del corso;
  • L’attrezzatura necesaria per lo svoglimento;
  • Esame finale
  • Diploma Nazionale CSEN;
  • Tesserino tecnico di istruttore CSEN;
  • Iscrizione Albo Nazionale dei tecnici CSEN.
  • Assistenza di tecnici per tutta la durata del corso anche on-line, social network o whatsapp.

Per iscrizioni e informazioni: sibilliniadventure@gmail.com

Corso base survival maggio 2018

Si è svolto presso la scuola di sopravvivenza, il corso base, in questo corso tra gli argomenti principali i partecipanti si sono applicati nella cucina trappeurs dei vecchi pionieri americani.

Hanno attuato delle tecniche di potabilizzazione dell’acqua attraverso la bollitura.

reperendo l’acqua presso una cascatella naturale.

Lavorazione del legno per costruire attrezzi primitivi

come si allestisce un rifugio di emergenza (shelter), prove pratiche di tecniche di orientamento utilizzando una mappa e la bussola da orientamento…

Un saluto a tutti i partecipanti…

 

Survival significato

Rifugio di frasche

Il Survival possiamo definirlo come una serie di azioni che una persona mette in atto per salvare la propria vita, quindi per sopravvivere.
Il survivalista adotta tutte quelle tecniche che gli permettono di superare quella difficoltà che lo mettono in pericolo, pertanto possiamo dire che trovarsi in una situazione di sopravvivenza significa sottoporsi ad uno stress psico-fisico che la maggior parte delle volte non è controllabile ossia non in situazioni di sicurezza.
La pressione ambientale esterna è tale che bisogna in qualche modo agire, per riportarsi alle condizioni di confort o almeno ad avvicinarsi ad esso.

Manuale Pratico di Sopravvivenza

Manuale pratico di sopravvivenza. Scienza e tecnica del survival

Questo manuale è strutturato per coloro che intendono scoprire le tecniche che permettono la sopravvivenza nel suo ambiente, il volume si articola su due diversi livelli, per il neofita e per il veterano, nell’intento di venire incontro a differenti gradi di preparazione e competenza. L’escursionista occasionale vi troverà le indicazioni necessarie per l’equipaggiamento, nonché informazioni dettagliate e illustrazioni esplicative per la costruzione di rifugi, l’utilizzazione culinaria di diverse piante, l’approvvigionamento dell’acqua anche in luoghi sprovvisti di fonti naturali, l’orientamento in assenza di mappe o cartine. Il trapper veterano troverà di particolare utilità i capitoli specifici dedicati alla realizzazione di recipienti e stuoie di canne, tazze di terracotta, cordami vegetali e utensili ricavati da ossa e pietre. Infine una sezione dedicata al riconoscimento e allo studio delle orme degli animali, alle trappole e alla pesca.

Raymond Mears è uno dei migliori istruttori di sopravvivenza attualmente esistenti al mondo di origine anglosassone, dal manuale si riesce a comprendere veramente, che tutto quello che scrive è frutto diretto delle sue esperienze.

Falconeria e sopravvivenza

L’Unesco ha riconosciuto nel 2010 la falconeria, patrimonio culturale immateriale dell’umanità. La richiesta era stata avanzata dalle seguenti nazioni: Belgio, Repubblica Ceca, Francia, Corea, Mongolia, Marocco, Qatar, Arabia Saudita, Spagna, Siria ed Emirati Arabi Uniti e altre associazioni dei falconieri di diversi stati.

La falconeria classica è un antica tradizione venatoria, dove il falco veniva utilizzato per procacciarsi del cibo e quindi per sopravvivere, da qui il filo conduttore tra falconeria e sopravvivenza.
Essa ha origini antichissime sembra sugli altopiani delle steppe asiatiche circa 4000 anni fa.
Le tecniche di falconeria sono state tramandate per centinaia di generazioni, passando per il medioevo dove ha avuto il massimo splendore fino ai giorni nostri, forse è la forma di caccia più completa e difficile.

Bisogna conoscere il falco il suo comportamento, alimentazione, anatomia, malattie, bisogna quasi diventare empatici con esso, capire in anticipo di cosa ha bisogno, poi si studia il territorio, la tipologia di selvaggina, quindi si affrontano scienze interconnesse.

Riuscire a catturare una preda dopo ore e ore di lavoro di addestramento con il proprio rapace è una soddisfazione senza precedenti.

Per saperne di più sulla falconeria in generale: https://it.wikipedia.org/wiki/Falconeria