Falconeria

La falconeria classica, ossia l’arte di cacciare per mezzo di un rapace, a mio parere si può annoverare pienamente nel Bushcraft.

Questa tecnica di sopravvivenza risale a circa 4000 anni fà in medio oriente.

Oggi è divenuto Patrimonio Immateriale dell’Unesco.

In questo sito cercheremo di sviluppare questo aspetto del bushcraft.

falco pellegrino

Rapaci selettori

I rapaci, sono dei predatori, specificatamente carnivori, quindi dei selettori.

In natura hanno una notevole importanza, in quanto catturano serpenti, topi, le prede più deboli.

Questo permette di tenere sotto controllo il numero degli animali predati, che se non sottoposti a selezione aumenterebbero notevolmente, come ad esempio i topi che sono portatori di malattie pericolose per l’uomo.

Di seguito un esempio dell’importanza della selezione dei rapaci.

Muta dei rapaci

E’ iniziata la muta del nostro allevamento di rapaci della scuola di falconeria nei pressi di Norcia (PG).

Vediamo nello specifico cosa significa muta, potete andare su questo link.

Ecco nelle foto sottostanti le penne dei nostri rapaci:

Penne remiganti
Penna remigante di Astore (Maya)
Penna remigante di Poiana di Harris
Penna remigante di Pellegrino (Vento)
Penna remigante di Gheppio (Tasha)

Falconeria classica corso

Per la seconda metà di luglio è in programma un corso di avvicinamento alla falconeria classica in Umbria a Norcia (PG).

falco o poiana di Harris
Falco di Harris

La falconeria classica fa parte delle discipline del Bushcraft.

La Falconeria è un antica tecnica per sopravvivere che nasce nel medio oriente più di 5000 anni fà, come metodo per procacciarsi il cibo utilizzando un animale selvatico.

Per maggiori informazioni e iscrizioni potete andare al seguente link:
https://www.sibilliniadventure.it/evento/falconeria-corso-di-avvicinamento/

Falco pellegrino – Vento

Falco pellegrino

Alcuni scatti del falco pellegrino (peregrinus, peregrinus) si chiama Vento, fa parte della nostra squadra di rapaci.

Falco sul guanto

Il peregrinus, peregrinus è un falconiforme diffuso in un vasto areale dall’Italia centrale fino al centro Europa, è una specie caratteristica delle nostre zone, molto raro da osservare ma presente nel Parco Nazionale dei Monti Sibillini. Il Pellegrino è la specie vivente più veloce al mondo, puà raggiungere i 340 km/h in picchiata.

Vento pronto per spiccare il volo

Ha una vista acutissima fino ad 8 volte quella umana, può mettere a fuoco due punti contemporaneamente e vede in alta risoluzione.

Il Pellegrino come tutti i rapaci è un selettore, quindi attacca per mangiare le specie più deboli o malate.

Il Pellegrino è una specie protetta. La forma del corpo, le ali a punta, la coda corta, sono state selezionate per la velocità. Anche le penne hanno una certa rigidità che permette di fendere meglio l’aria.

Vento il falco pellegrino che si trova presso la nostra scuola di falconeria a Norcia in Umbria.
Vento il pellegrino

Falconeria corsi aperte le iscrizioni

Sono aperte le iscrizioni per il corso di falconeria che si terrà a fine novembre, il corso ha la durata di 3 giorni, per maggiori informazioni potete andare sul seguente link

Il corso è adatto per neofiti, insegnanti, formatori, operatori, guide, istruttori, animatori o semplici appassionati del mondo dei rapaci.

Gheppio Europeo

 

Poiana di Harris

 

 

A scuola di Falconeria

Falconeria per le scuole

Cosa facciamo : l’attività inizierà con la descrizione dei rapaci e la loro osservazione, successivamente si passerà alle tecniche di addestramento e come si gestiscono i falchi nelle cure quotidiane, passeggiata nel bosco con il falco.

Dove: nei pressi di Norcia (PG).

Quando: da aprile a giugno, durata 2 ore circa.

Esperienza: nozioni di scienze, fisica, biologia.

Foto

Rapaci consigli su alimentazione

Ci sono alcuni alimenti più o meno indicati per i rapaci, ma la cosa importante che ho notato è cercare di variare il più possibile, i miei rapaci mangiano: pulcini, pollame, tacchino, quaglie, piccioni, carne di vitella, coniglio, per i rapaci notturni oltre a quelle elencate anche i topi.
Ho provato anche a dare del pesce.

Poiana che mangia sul pugno

A seconda poi del periodo estivo o invernale ho cercato di dare alimenti che gli permettano di sostenere le variazioni di temperatura, ad esempio io che mi trovo a Norcia, questo inverno siamo arrivati a -15 sottozero, ed ho dovuto dargli cibi molto calorici: quaglie e piccioni per mantenerli al giusto peso, con carne di coniglio, pollo, vitella ho notato che non salivano di peso anche a gozzo pieno; mentre in estate ho fatto al contrario, ma sempre variando la tipologia di carne.

Falconeria come iniziare

Molti partecipanti ai corsi di falconeria, mi chiedono come poter iniziare la falconeria, io rispondo che il modo migliore per inziare è di utilizzare un rapace chiamato falco-scuola, che permette di arginare degli errori comuni di chi si avvicina per la prima volta alla falconeria.

Prima di tutto bisogna rispondere ad alcune domande, quanto tempo ho a disposizione per i falco, cosa mi piace fare con il falco, ho lo spazio necessario per lui.

Poiana di Harris

Una volta risposto a queste domande, il mio consiglio è la Poiana di Harris (Parabuteo Unicinctus), la falconeria ha avuto una notevole notorietà con questo rapace americano, originario dell’Arizona, Sonora.

Questo rapace è un animale molto intelligente, resistente alle malattie, facilmente gestibile, impara velocemente e per chi lo sa addestrare al meglio può dare molte soddisfazioni.

La poiana di Harris è stato il mio primo rapace nel 2008, e da allora non mi sono mai più separato dalla falconeria.